eventi culturali

FRONTIERE DELLA PSICOANALISI
Incontri in aree di confine tra sapere limitrofi.
LA BELLEZZA


Quattro incontri dal 20 febbraio al 15 maggio 2018
Casa della Cultura, Via Borgogna, 3

INGRESSO LIBERO FINO A ESAURIMENTO POSTI

“La bellezza salverà il mondo” sostiene il principe Myskin ne “L’idiota” di Dostoevskij. Il fascino della bellezza sembra oggi non lasciarci indifferenti. Dopo il tramonto delle ideologie e delle
utopie ci affidiamo dunque al richiamo della bellezza per ottenere qualche risposta alla nostra
inquietudine postmoderna? Cosa sia mai la bellezza ha impegnato il pensiero degli uomini da molti secoli senza trovare del resto definizioni soddisfacenti, eppure tutti siamo sensibili ad essa, non solo come gusto, come eleganza, ma anche come tensione conoscitiva, che si esprime principalmente nell’arte. Intendiamo approfondire però, non delle teorie, ma delle esperienze mettendo a confronto l’esperienza della bellezza di chi si occupa di clinica con quella di chi
la vive nel proprio lavoro creativo, declinandola in diversi campi

formato pdf Scarica la locandina

formato pdf Comunicato Stampa

20 FEBBRAIO 2018 - h 21,00
La bellezza della scelta
La scelta di un’inquadratura, di un soggetto accomuna il lavoro di un fotografo con quello di un analista che nel discorso di un paziente ricerca il “fatto scelto”?
Giuseppe Civitarese , Psicoanalista SPI,
incontra
Ferdinando Scianna , fotografo

20 MARZO 2018 - h 21,00
La bellezza della teoria
Può esserci una esperienza estetica nel costruire una teoria? La bellezza della matematica si confronta con la bellezza della teoria psicoanalitica di Freud.
Rita Corsa, Psicoanalista SPI,
incontra
Claudio Bartocci, Matematico

17 aprile 2018 - h 21,00
La bellezza del luogo
Come può contribuire alla cura la bellezza di un luogo? Gli ambienti di cura, comunità, reparti psichiatrici, sono solo uno sfondo anonimo e funzionale?
Michele Stuflesser, Psicoanalista SPI,
incontra
Aldo Bottoli
, color & perception designer

15 MAGGIO 2018 - h 21,00
La bellezza dei sensi
L’esperienza sensoriale della musica ci coinvolge in una percezione del bello che ha qualcosa in comune con
l’ascolto materno dei primi suoni emessi nell’infanzia e il dialogo con essi?
Patrizia Gammaro Moroni, Psicoanalista SPI,
incontra
Enrico Reggiani, professore di Linguaggi musicali in prospettiva storica

SEGUIRA' DIBATTITO CON IL PUBBLICO.

Interaction design graphic design